mercoledì 13 luglio 2016

Liebster Award 2016


Nella mia lunga carriera di blogger in incognito (non più ormai!) è la prima volta che mi succede di ricevere un riconoscimento e ne sono davvero felice; non c'è cosa più piacevole che essere nei pensieri di qualcuno, se poi quel qualcuno è anche una persona che ti è simpatica e apprezzi... Grazie, quindi, infinitamente a Cristiana del blog “Viaggevolmente” per avermi nominata. Prima però di rispondere alle sue domande, avendo nell'ultimo periodo scritto e parlato molto di viaggi e vacanze, mi impossesserò di un paio di domande che sono state in realtà rivolte a lei, perché penso possano essere una giusta conclusione a questo tema sviscerato a lungo fino ad ora.

- Preferisci viaggiare da sola o in compagnia?
Non ho mai viaggiato da sola e, per ora, non ne ho neanche mai sentito il bisogno, mi è sufficiente ritagliare piccoli spazi tutti per me. Chissà però che un giorno io non faccia questa esperienza che in molti consigliano.

- Come reagisci agli imprevisti di viaggio?
Male, malissimo, in generale... Poi dipende anche dal tipo di imprevisto: se è un ritardo di un volo è una scocciatura, se mi perdono la valigia e non me la ritrovano, è una tragedia greca. Entrambe le cose non mi sono ancora successe, quindi sto ipotizzando e vorrei continuare ad ipotizzare... In ogni caso, santo mio marito!

- Una lingua che ti piacerebbe imparare?
Col senno di poi mi sono pentita di non aver fatto il liceo classico e di non aver così studiato il greco. Non mi dispiacerebbe sapere anche il francese.

- Dove festeggeresti il tuo prossimo compleanno?
Quello prossimo, prossimo (tra quattro giorni!) lo festeggerò al mare. Però se posso sognare in grande, un giorno mi piacerebbe tornare a New York.

- Un posto in cui non andresti mai?
Al Billioneir. Non sono neanche sicura si scriva così, quello di Briatore, per intenderci...

- Che tipo di viaggio preferisci tra uno lussuoso e uno spartano, magari on the road?
Se mi si dice andiamo in montagna e dormiamo in tenda/rifugio, non ho nessuno problema, anzi spero di riuscire a farlo quanto prima con VV. Ma se mi si dice andiamo a Parigi e dormiamo in tenda, ecco, avrei qualche difficoltà a conciliare le cose. In generale, per il mangiare e il pernottamento, preferisco il comfort. Io e la tenda andiamo d'accordo solo per brevi periodi...

Nel prossimo post le domande ufficiali di Cristiana per me, le mie nomination e le mie domande.

4 commenti:

  1. Brava FD!!!
    Congratulazioni e un abbraccio stretto stretto.
    L'uomo con la clava

    RispondiElimina
  2. Complimenti davvero ! Condivido moltissime delle cose che hai detto, ma anche per me il posto "nemmeno morta" è il Billionaire (o come si scrive)...claudiag

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Nemmeno morta" rende davvero bene l'idea... :-)

      Elimina