venerdì 23 dicembre 2016

Sing your Song


Volevo condividere con voi un episodio accaduto ad una mia amica questa estate, perché da quando me l'ha raccontato continuo a pensarci.

Era una mattina di un fine settimana e la mia amica indugiava a letto nella penombra, beandosi dell'ozio che solo la domenica ti regala. Attraverso la tapparella le giungeva il canto allegro di un passerotto, doveva essersi posato sulla ringhiera del suo balcone, regalandole così un melodioso buongiorno. Ad un certo punto il canto si interruppe bruscamente e lei immaginò che il passerotto fosse volato via, per dare una dolce sveglia a qualcun' altro. Fu solo più tardi, quando si recò finalmente in balcone, che scoprì la triste verità: il suo gatto, in un impeto del predatore che albergava non sospetto in lui, l'aveva ucciso.

Non riesco a smettere di pensare a quel passerotto, non per la triste fine che l'attendeva su quella ringhiera del balcone, ma per il canto che, ignaro del destino, stava regalando al mondo. Non posso fare a meno di pensare che se il passerotto fosse stato troppo impegnato a valutare a tutti i pericoli che ci sono nella vita e a preoccuparsi per questo, non avrebbe mai cantato. E ogni volta che ci penso non posso fare a meno di dirmi che è così che dovrei vivere: incurante del gatto che incombe alle mie spalle, lo sguardo rivolto all'orizzonte, verso il sole che nasce, concentrata solo a cantare il mio canto, qualunque esso sia. Ed è questo l'augurio che faccio a me e a voi: di riuscire a fare come quel passerotto, immerso completamente nel presente e nel suo canto, senza preoccuparsi se da lì a qualche minuto, o giorno, mese, anno sarebbe arrivato il gatto.

Vi faccio i miei più sinceri e affettuosi auguri per un Sereno Natale e un Felice Anno Nuovo. Non dimenticatevi di cantare!
Grazie per continuare a leggermi e per i vostri preziosi commenti. Il blog va in vacanza, ci rivediamo dopo la Befana!

8 commenti:

  1. Auguri di cuore, piccolo usignolo. Che il nuovo anno ti porti la serenità che aneli.

    Un allegro e festoso Natale a tutti voi! E il voi include i commentatori abituali!

    Martina

    PS Grazie per gli auguri e grazie per lo spunto: ha colto nel segno.
    D'altra parte Rodari scriveva:
    Chiedo scusa alla favola antica
    se non mi piace l’avara formica.
    Io sto dalla parte della cicala
    che il più bel canto non vende, regala.

    RispondiElimina
  2. Cara Francesca, la tua riflessione è perfetta e preziosa per tutti noi. Dovremmo sempre cantare il nostro canto, senza concentrarsi troppo sul gatto che incombe nelle vite di ognuno. Ti auguro un Natale sereneo e un Nuovo Anno pieno di canti felici ! claudiag

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia, tanti auguri anche a te e ai tuoi cari!

      Elimina
  3. Grazie per il tuo augurio prezioso, canterò, a dispetto del gatto che mi sta alle spalle.
    Ti abbraccio e buone feste a te
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, riempiamo il mondo di canti! Tanti cari auguri anche a te, bacioni!

      Elimina
  4. Che sia un meraviglioso canto quello che ti aspetta col nuovo anno.
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sandra, lo auguro anche a te. Bacioni!

      Elimina