mercoledì 17 febbraio 2016

Il mondo non può. Tu si.


Anche Henry è fuori ma vorrebbe tanto stare dentro. Essere orfano e aver ereditato una somma ingente con la morte dei genitori non aiuta: non sai mai se la gente sta con te per come sei o per i tuoi soldi. Henry, invece, sa benissimo perché vorrebbe stare con la gente, lì fuori: loro sanno come si sta al mondo e lui no. Ne deve passare di avventure, di davvero singolari, il protagonista di “Trascurabili contrattempi di un giovane scrittore in cerca di gloria” di Michael Dahlie prima che inizi a comprendere che cosa significa vivere la propria vita da protagonista e non da semplice spettatore. Deve arrivare ad arrabbiarsi, e anche molto, lo fanno proprio incazzare.
In fondo, poi, lo sappiamo tutti come va la vita, ma a quelli testoni come Henry e me non entra in testa...
...non c'è niente che si possa fare per prevenire ciò che accadrà nella vita... Il mondo è un luogo insidioso e imprevedibile... il mondo non era un posto che apparteneva a programmatori e pianificatori.
Sarebbe ora di smetterla di preoccuparci troppo degli altri. Sarebbe ora di smetterla di confrontarci con gli altri. Sarebbe ora di smetterla di cercare fuori di noi quello che abbiamo già dentro: risorse, innumerevoli, infinite, uniche. Sarebbe ora di incominciare proprio ad amarci, rispettarci e fare il tifo per noi, senza aspettare chissà chi e che cosa. Sarebbe ora che la smettessimo di vergognarci, che se c'è qualcuno di cui dobbiamo essere orgogliosi prima di tutto e tutti siamo noi stessi.
Sarebbe proprio ora... Che cosa stiamo aspettando? Che ci facciano incazzare?!
The world can't give that serenity,” he said. “The world can't give us peace. We can only find it in our hearts.”
I hate that,” I said.
I know. But the good news is that by the same token, the world can't take it away.”
Il mondo non ci può dare la serenità che cerchiamo,” disse. “Il mondo non ci può dare pace. La possiamo trovare solo nei nostri cuori.”
Odio questa cosa,” risposi.
Lo so. Ma la buona notizia è che per la stessa ragione, il mondo non può portarcela via.”

4 commenti:

  1. Uh sembra interessante assai. Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scorevvole, surreale, comico: una lettura piacevole.

      Elimina
  2. Sempre molto intriganti le tue recensioni: mi solletichi sempre...dì la verità: sei in combutta con il mio libraio!?! ;)
    Grazie per la condivisione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere chi è che gli chiedo la percentuale... :-)

      Elimina